Pasta frolla morbida per crostate

Crostata con confettura di albicocche

La pasta frolla morbida per crostate è la ricetta che ho deciso di proporvi oggi. Alla base di moltissime ricette come crostate e biscottini, la pasta frolla è caratterizzata da dolcezza e una delicata friabilità che la rende, appunto, frolla. Nonostante sia una delle preparazioni più frequenti non è così semplice trovare la ricetta perfetta. Capita spesso che la frolla, una volta cotta, risulti eccessivamente secca o croccante. Al contrario, se la cottura non è ultimata, la frolla risulterà poco friabile e troppo umida.

Ho provato moltissime ricette e le maggiori difficoltà si presentavano nel momento in cui la frolla doveva essere tirata e poi stesa all’interno della teglia. Puntualmente capitava che si sbriciolasse e si rompesse a pezzi. 

Dopo tanti tentativi e pacchi di farina buttati, mi sono imbattuta nella ricetta proposta dal blog Tavolartegusto, incuriosita dalla preparazione che, a differenza delle ricette classiche, non prevede come prima fase la classica sabbiatura del burro freddo con la farina.

L’ho subito provata e ho finalmente trovato la ricetta perfetta. Grazie a questa combinazione di ingredienti e, soprattutto, all’alternarsi di queste fasi di lavorazione il risultato sarà una frolla perfettamente malleabile in fase di stesura che non si rompe e in grado di raccogliere il ripieno senza sbriciolarsi.

Con questa ricetta la vostra pasta frolla si taglierà alla perfezione, permettendovi anche di creare piccoli ritagli e decorazioni per rendere le vostre crostate ancora più fashion! 

Ecco la ricetta per la pasta frolla morbida adatta alle crostate:

TEMPI DI PREPARAZIONE:

Preparazione:

15-20 min

Cottura:

35 min

Totale:

50-55 min

Ingredienti per due crostate da 22-24 cm o per circa 1 kg di biscottini:

  • 500 g di farina 00 (+ altra farina per la spianatoia);
  • 250 g di burro morbido a temperatura ambiente;
  • 2 uova intere (dimensione media);
  • 200 g di zucchero semolato;
  • 8 g di lievito chimico in polvere;
  • Scorza grattugiata di un limone non trattato;
  • 1 bustina di vanillina (facoltativo);
  • 1 pizzico di sale

Procedimento per la pasta frolla morbida:

  1. Iniziate la preparazione della vostra frolla tirando fuori dal frigorifero il burro e lasciandolo a temperatura ambiente per circa 20-30 minuti (il tempo necessario che si ammorbidisca);
  2. Una volta che il burro sarà completamente lavorabile tagliatelo a cubetti all’interno di una ciotola e unitevi la scorza grattugiata del limone non trattato;
  3. Unite al burro morbido lo zucchero semolato e montate leggermente con l’aiuto delle fruste elettriche. Il composto deve risultare chiaro e spumoso;
  4. Aggiungete le uova (una alla volta) all’interno della ciotola di burro e zucchero e continuate a montare con le fruste elettriche a velocità bassa. Lavorate il composto velocemente per evitare che si surriscaldi troppo, giusto il tempo che gli ingredienti siano ben amalgamati e il composto risulti privo di grumi
  5. A questo punto rovesciate su una spianatoia la farina setacciata con la vanillina, il lievito chimico e il pizzico di sale – potete inizialmente realizzare questi passaggi anche all’interno di una ciotola capiente per amalgamare il tutto, e trasferire poi il composto su una spianatoia per completarne la lavorazione;
  6. Versate all’interno della fontana di farina il composto di burro, zucchero e uova;
  7. Lavorate velocemente l’impasto per evitare che il burro si scaldi eccessivamente. Compattatelo con le mani fino ad ottenere una palla che si stacchi dalle mani;
  8. Avvolgete il vostro panetto di pasta frolla con una pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per almeno 3-4 ore (potete preparare la vostra pasta frolla anche la sera prima e tirarla fuori dal frigo qualche minuto prima della stesura).

Pasta frolla mobida per crostate

NOTE:

  • La caratteristica di questa frolla è la consistenza che rimarrà leggermente morbida anche dopo averla estratta dal frigorifero. Una volta fredda la vostra pasta frolla morbida è pronta per essere stesa ad uno spessore di non più di 3-4 cm (i pochi grammi di lievito chimico nell’impasto favoriranno un leggero aumento della frolla in fase di cottura);
  • Questa ricetta è adatta alla preparazione di crostate ma può essere utilizzata anche per preparare biscotti. Basterà sostituire 4 tuorli d’uovo alle 2 uova intere e lo zucchero a velo al posto dello zucchero semolato. La frolla in questo modo risulterà più “fine” e liscia;
  • È importante che la frolla sia sempre lavorata poco, con le mani ben fredde e, se possibile, su piani d’appoggio freddi (il marmo è perfetto);
  • I tempi di cottura della pasta frolla variano a seconda della ricetta e del forno. La frolla cuoce in forno preriscaldato ad una temperatura di 170°, indicativamente per 30-35 minuti se si tratta di una crostata, 12-15 minuti per i biscotti. I tempi di cottura variano molto anche a seconda del ripieno della frolla –> la cottura con un ripieno a base di confetture, creme o ricotta richiederà più tempo rispetto ad una cottura della frolla in bianco (per ottenere un guscio da farcire a crudo). Non esiste una tempistica perfetta. La cottura va monitorata attentamente;
  • La pasta frolla va sfornata non appena è dorata e di consistenza ancora leggermente morbida. Si rassoderà alla perfezione una volta raffreddata.
Pasta frolla morbida per crostate
In questa preparazione la frolla è stata riempita con confettura di albicocche

Written By
More from dolcepolly

Muffin di mele al profumo di mandorla

Muffin di mele al profumo di mandorla, c'è qualcosa di più autunnale?...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *